Ministranti

I ministranti della parrocchia di San Pietro Apostolo sono un gruppo molto unito di ragazzi, di età compresa tra i 9 e i 22 anni, formato da circa 30 membri e a cui ogni anno se ne aggiungono sempre di nuovi. Questi dimostrano la loro fede e il loro amore verso Gesù attraverso il servizio il servizio alla comunità e verso la Santa Eucarestia. La finalità del gruppo ministranti è quella di aiutare il sacerdote attraverso il servizio all’altare, in modo da permettergli di celebrare la Parola di Dio nel modo migliore, e di aiutare la comunità nella preghiera. Questo è possibile grazie all’impegno di tutti i ministranti che, periodicamente, si riuniscono in modo da organizzarsi al meglio su come svolgere il servizio e su come muoversi sull’altare nel migliore dei modi. Naturalmente per far parte di questo gruppo non è importante soltanto svolgere il servizio all’altare, ma è importante portare anche al di fuori del semplice orario della messa la Parola di Dio.

Coro

Il coro della parrocchia di S.Pietro Apostolo accoglie bambini, ragazzi e adulti che desiderano mettere il proprio tempo, la voce e/o le proprie competenze musicali a servizio della comunità. E’attualmente composto da circa 20 partecipanti, tra cantori, pianisti e chitarristi.  

il coro si propone di accompagnare e sostenere la preghiera durante la celebrazione eucaristica, cercando di conciliare la partecipazione della comunità con l’innovazione e l’introduzione di canti che siano il più possibile aderenti alla liturgia della parola. Non mancano inoltre sperimentazioni di tipo polifonico, allo scopo di sottolineare ancor più l’importanza e la centralità delle principali solennità.

Il coro prova ogni Venerdì alle 18.30 in Chiesa e anima la Messa domenicale delle ore 11.00

Lettori

La parola di Dio proclamata nella liturgia, è sempre una parola “incarnata  che s’identifica nella persona del lettore che la proclama e nell’assemblea che l’accoglie. Il lettore istituito o di fatto: nella nostra parrocchia i lettori istituiti, cioè riconosciuti idonei e incaricati, con apposita investitura liturgica, a svolgere il “delicato” servizio della proclamazione della Parola di Dio, viene rinnovato ogni anno, durante una celebrazione appositamente preparata con il Parroco.

I lettori sono dei fedeli, uomini e donne di ogni età, che si mettono a disposizione per leggere la Parola di Dio durante la Messa festiva e anche feriale. Nella nostra parrocchia sono circa quaranta, la maggior parte hanno una formazione da parecchi anni, mentre altri si sono aggiunti da poco. Il compito del lettore è molto serio: ascoltare la parola del Signore e donarla agli altri nello spirito di fede. Per questo deve prepararsi bene meditando il brano da leggere e chiedendo aiuto allo Spirito Santo per capirne il contenuto, coglierlo col cuore per poterlo trasmettere, proclamare”, cioè dire a voce alta, “a nome di Dio” a favore dei fedeli presenti in assemblea. 

L’annuncio della Parola di Dio, ha la necessità di persone preparate e coscienti dell’importanza del servizio prestato ai fratelli. Nella nostra parrocchia è attivo un gruppo di lettori che ogni due mesi s’incontra con il parroco che attraverso delle catechesi appropriate, approfondiscono e cercano di migliorare le tecniche della comunicazione orale per rendere le liturgie sempre più belle.

Animatori liturgici

La figura dell’animatore liturgico ha il compito di meglio realizzare e armonizzare la “actuosa participiatio” dell’assemblea nella liturgia, attraverso l’ospitalità e l’accoglienza, con la preparazione e l’ascolto della Parola, con il sostegno al canto e con l’accompagnamento a tutta la celebrazione, fino ai saluti e agli arrivederci. Essa non sostituisce né la figura del presidente della celebrazione che ha il compito  di far sentire ai fedeli la presenza di Cristo e fa parte dell’assemblea anche se in maniera speciale ed è regista della liturgia stessa, né potrebbe sostituire in sé le altre figure come il coro, i ministranti o i lettori. È chiamato a realizzare però in sé l’unità e il coordinamento tra gli stessi, affinché ciascuno possa agire in sintonia con la liturgia che si sta celebrando e si possa arrivare ad essa ben organizzati.

Nella nostra parrocchia è da ormai 15 anni che sperimentiamo ufficialmente l’aiuto dell’animatore liturgico e lo riproponiamo in base alle esigenze della nostra comunità sia per le celebrazioni feriali con le opportune semplificazioni che servono, che per quelle festive con degli arricchimenti che rendano efficace la sua presenza.

Compiti dell’animatore liturgico:

Predisporre l’ospitalità nella casa del Signore, assicurandosi che le porte siano aperte, le luci accese, che i riscaldamenti siano accesi di inverno, che i fiori siano ordinati alla liturgia, che i testi della Parola portino il segno delle letture le giorno, che siano pronti il calice e tutto il servizio per la Messa, ecc. Accoglienza dei fedeli, predisponendo il benvenuto secondo le consuetudini, magari alla porta con la distribuzione dei libretti dei canti, con un clima di silenzio, ecc. L’accoglienza prosegua pubblicamente con la preparazione alla celebrazione attraverso un tempo congruo di saluti e di prove dei canti previsti per la celebrazione, la monizione introduttiva al tipo di celebrazione che si sta per vivere (se è una domenica, una festa o altro), un riferimento alla Parola che verrà ascoltata per presentarne i contenuti esegetici. Segue l’accompagnamento, che prevede l’enunciazione dei canti, la risposta al salmo, la disponibilità per ogni eventualità all’interno dell’aula liturgica (soccorsi, ecc). Quindi la conclusione che rientra nei saluti, che fungono da invio all’esterno della celebrazione, e degli avvisi parrocchiali (se previsti).


Decoro della Chiesa

Nella nostra Parrocchia si fanno le pulizie della chiesa ogni settimana. È un servizio molto umile, ma molto utile e corrisponde alle parole che Gesù ha detto ai suoi discepoli: ”Chi vuol essere grande si faccia servo di tutti” e “Non sono venuto ad essere servito, ma a servire e dare la vita per tutti”. La pulizia della Chiesa rappresenta un’importante azione di volontariato che evidenzia un forte attaccamento alla comunità parrocchiale e la valorizzazione dell’accoglienza dei fedeli che numerosi frequentano la nostra Chiesa. Il decoro di una chiesa è il primo segno dell’amore per Dio; la meditazione e la preghiera fatte in un ambiente accogliente, ordinato e pulito valorizzano e rafforzano il raccoglimento e l’incontro spirituale con il Signore. Questo servizio è possibile grazie alla collaborazione discreta ma preziosa di un gruppo di persone, tutti volontari, che si ritrovano per le pulizie ordinarie ogni sabato mattina e che con passione ed amore svolgono questo silenzioso e prezioso servizio alla Casa del Signore.